Blog: http://fabiomarinelli.ilcannocchiale.it

La sindrome italiana

Questo film del 1979 (La sindrome cinese) ebbe successo proprio perchè uscì al cinema pochi giorni prima del famoso incidente nucleare americano di Three Mile Island.

La leggenda metropolitana dice che se si fonde il nocciolo di un reattore nucleare, il materiale che è pesantissimo in teoria sprofondando nella terra potrebbe arrivare agli antipodi: siccome agli antipodi degli USA c'è la Cina, hanno chiamato il fenomeno "sindrome cinese".

In realtà l'uranio o il plutonio fusi non potrebbero mai arrivare agli antipodi, perchè appena incontrano una falda d'acqua sotterranea esplodono provocando una ricaduta di materiale radiattivo (tipo bomba sporca).

Quindi per chiamare questa sciagura "sindrome italiana" dovrebbe fondersi una centrale nucleare ipotetica in Nuova Zelanda.

Ma dato che il Giappone è abbastanza vicino alla Nuova Zelanda mi sono sentito in diritto di parlare  di questo argomento, dato che il nucleare per noi italiani è una vera e propria sindrome, perchè non riusciamo a prendere una decisione.

Ho già scritto in questo articolo come la penso.

Ultimamente dopo lo scandalo del cemento armato senza cemento, delle costruzioni a l'Aquila, mi sono chiesto se sia possibile con queste nostre attuali leggi costruire una centrale nucleare senza strascici giudiziari.

Quindi il dubbio legittimo è che se in un paese serio come il Giappone una centrale nucleare possa resistere fino al 9° grado, in Italia forse nemmeno fino al 6° (i giapponesi costruiscono meglio degli italiani, non per maggior competenza, ma soprattutto per onestà).

CLIKKA QUI X HOME PAGE - INDICE

 Licenza Creative Commons
Blook: The Future of Homo Sapiens (Sapiens?) by Fabio Marinelli - Italia - MRNFBA6.. is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at fabiomarinelli.ilcannocchiale.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at f.marinelli@alice.it

Pubblicato il 15/3/2011 alle 8.33 nella rubrica cinema & TV.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web