.
Annunci online

 
3 progetti per rilanciare l'economia in Italia
post pubblicato in economia, il 28 dicembre 2011


Attualmente la crisi economica ha messo a dura prova alcuni settori industriali, i più importanti sono:

  1. cantieri navali;
  2. cantieri edilizia;
  3. lavoro al SUD.

Per rilanciare questi 3 settori gravemente malati dell'economia italiana ho pensato a questi 3 progetti che cambierebbero per sempre il volto dell'Italia.

E' necessario sfruttare i 2 corridoi: tirrenico e adriatico per trasportare le merci. Mediante l'introduzione di tariffe agevolate dei trasporti dei TIR sulle navi, si potrebbe costituire un'alternativa valida all'autostrada. Ovviamente date le caratteristiche del territorio italiano, i TIR resterebbero sempre un valido trasporto, che però sarebbe potenziato dai traghetti.  10 traghetti in Tirreno e 10 in Adriatico consentirebbero di avere un imbarco ogni 12 ore in entrambe le direzioni (Nord-Sud) per i seguenti porti: Genova, Piombino, Civitavecchia, Salerno, Paermo, Catania, Catanzaro, Bari, Ancona e Venezia. Ogni camionista, in base all'itinerario e all'urgenza della consegna, potrebbe scegliere liberamente di fare un pezzo di tragitto in nave più o meno lungo a seconda della convenienza delle tariffe. Con tale sistema si darebbe lavoro a tutti i cantieri navali d'Italia, si potenzierebbe l'attività portuale e comunque non verrebbe penalizzato il trasporto su gomma. Ci sarebbero vantaggi anche per un minore inquinamento e minore congestione dei trasporti autostradali.

 

-----------------------

 

L'attuale situazione degli istituti penitenziari italiani  è nota a tutti: ci sono 65.000 detenuti ristretti in 30.000 posti, in carceri vecchie e non adeguate. Bisogna riprogettare la funzione del carcere in Italia. Il carcere dovrebbe dare la possibilità di lavorare ai detenuti che lo desiderano, predisponendo degli spazi per le imprese anche private che offrono lavoro "dentro le mura". Lo Stato modulando la tassazione può rendere conveniente agli imprenditori l'apertura di attività dentro le carceri. Per rendere possibile ciò bisogna riprogettare gli spazi in modo, che sia compatibile l'attività lavorativa con la reclusione, come già avviene in molti penitenziari americani, senza escludere anche l'ingresso dei privati. Si potrebbe costruire un carcere da 2000 posti per ogni regione per un totale di 40.000 posti, Alcune regioni tipo Sardegna, Sicilia e Calabria potrebbero avere il doppio delle assegnazioni, per dare più posti di lavoro.  Con tale sistema si darebbe lavoro all'edilizia, si darebbe apportunità a nuovi imprenditori per un tipo di impresa diversa, si darebbe la possibilità ai detenuti di lavorare e mantenere la propria famiglia e riabilitarsi come prevede la Costituzione.

 

---------------------

 

In Italia abbiamo la fortuna del grande irraggiamento solare nelle regioni del mezzogiorno che coincide con il disagio di un'elevata disoccupazione. Questa coincidenza andrebbe sfruttata per costruire delle grandi centrali ad energia solare nelle 7 regioni del SUD qui evidenziate in verde: Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna. Si potrebbe dare il via a centrali tipo quella progettata dal premio Nobel Rubbia o altre di tipo fotovoltaico. Con tale sistema si darebbe lavoro di costruzione e manutenzione a migliaia di persone, in più si contribuirebbe in parte al deficit energetico italiano.

 

 

 In basso ingrandimento dei primi 2 progetti:

 

 CLIKKA QUI X HOME PAGE - INDICE

Licenza Creative Commons
Blook: The future of Homo Sapiens (Sapiens?) by Fabio Marinelli - Italia - MRNFBA6.. is licensed under aCreative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at fabiomarinelli.ilcannocchiale.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at f.marinelli@alice.it

Sfoglia novembre        gennaio
Capitoli:
Consiglio i siti:
Biografia e ideali:
Laureato a Bologna. Mi affascina occuparmi come hobby della sociologia e filosofia, tenendo ben presenti i problemi della natura, che soffre oltremodo per la presenza asfissiante dell'uomo. Il mio ideale è trovare una forma di convivenza degli uomini che: 1) abolisca le guerre; 2) promuova uno sviluppo sostenibile; 3) trovi un equilibrio permanente con la natura del pianeta Terra; 4) ridistribuisca le risorse tra tutti gli abitanti del pianeta; 5) aumenti le risorse relative su scala mondiale, mediante diminuzione della popolazione con un rientro morbido sotto i 4 miliardi, prima della fine del petrolio. "Imagine there's no countries It isn't hard to do, Nothing to kill or die for And no religion too. Imagine all the people Living life in peace... You may say I'm a dreamer But I'm not the only one. I hope someday you'll join us And the world will be as one. Imagine no possessions, I wonder if you can, No need for greed or hunger A brotherhood of man. Imagine all the people Sharing all the world..." Imagine di John Lennon
Sondaggio:
Per la SOPRAVVIVENZA del BLOG: CLIKKAMI per fare una DONAZIONE a piacere mediante l'uso di PayPal
Proponi su Blog News
Donazione con PayPal
Guest Book
Ricerca Google in Sito
------------------------------------
--- Primi ingressi nel blog ---
------------------------------------
Ingressi TOTALI: 1

Per MIGLIORARE il BLOG: CLIKKAMI per scrivere sul GUESTBOOK
------------------------------------
Support Wikipedia
------------------------------------
Clikkami per ricerca Google dentro il sito
------------------------------------
adv