.
Annunci online

 
Motivi antropologici che caratterizzano la distribuzione geografica del voto
post pubblicato in diario, il 8 aprile 2010


Dopo la caduta dell’Impero Romano c’è sempre stato un problema di sicurezza in Italia: tale problema era dovuto alle dimensioni troppo piccole degli staterelli e/o comuni della penisola che non riuscivano a contrastare gli eserciti degli stati più grandi venuti dall’estero.
Quindi il dilemma era: “rinunciare ad un po’ della propria indipendenza unendosi con qualcuno degli altri staterelli, per contrastare in miglior modo gli invasori?”.
Se si rimaneva da soli la storia ha dimostrato che si era in balìa degli invasori, e allora bisognava fare una lotta dall’interno.
Questa esigenza antropologica di fare dei piccoli stati omogenei dal punto di vista etnico-culturale, ha quindi portato a 3 diverse risposte all’invasore nei vari momenti storici:
  1) Lega dei comuni lombardi contro Barbarossa;
  2) Carboneria e Massoneria con la fondazione della Giovine Italia (nel centro-nord) e Giovine Europa;
  3) Resistenza di tipo mafioso al malgoverno del sud.
-La lega costituì un raro momento in cui si è capito che l’unione fa la forza se si abbandona per un attimo il campanilismo per affrontare l’invasore. 
-Le società segrete sono invece un modo per lottare contro l’invasore dall’interno, per costruire un’idea di stato nazionale che nella penisola non c’era mai stata. Mazzini era talmente avanti che aveva previsto anche la Giovine Europa.
-Anche la mafia è una società segreta , senza fini organizzativi di prendere il potere dello stato occupante: la mafia è uno stato nello stato, supportata da persone diffuse capillarmente nel territorio tanto da averne il controllo effettivo. Non è in grado di opporsi ad uno scontro frontale con gli invasori, però può indebolirne la forza logorando lo stato dall’interno (una specie di simbiosi più tendente al parassitismo).
Anche dopo il raggiungimento dell’unità nazionale queste 3 entità distinte di lotta antropologiche e caratteristiche degli italiani non hanno mai cessato di vivere del tutto, ma sono rimaste a covare sotto le ceneri. Ma perché esse gradualmente stanno tornando fuori, dividendo a tutti gli effetti il paese in 3 zone diverse dal punto di vista politico-amministrativo e culturale?
La motivazione principale e paradossale è proprio la formazione della Unione Europea.
La sicurezza che garantisce appartenere alla UE e alla NATO, senza più pericoli di essere attaccati da altri stati, provoca delle spinte centrifughe all’interno degli stati nazionali per rendere più omogenee dal punto di vista etnico-culturale le zone principali del paese. 
Tale fatto è accaduto già in altre nazioni per motivi diversi e ha coinvolto: Cecoslovacchia, Jugoslavia, Ex-Urss, paesi Baschi e la Catalogna in Spagna, l’IRA in Irlanda, Valloni e Fiamminghi in Belgio.
L’unione tra le due Germanie ha evidenziati i problemi di un’economia cha va a 2 velocità diverse.
Quindi come si vede dall’immagine rimane una distribuzione geografica del voto che rispecchia gli antichi stati preunitari: 
Lombardo-Veneto, Regno di Sardegna, Stato Pontificio, Regno delle 2 Sicilie e Granducato di Toscana.

 

 
Distribuzione delle forze politiche nelle regioni: rosso = centrosinistra;
blu= centrodestra.


Lazio e Piemonte mantengono una zona rossa vicino al capoluogo, perché le elezioni sono state vinte al 51% dalla destra, ma il 49% dei voti della sinistra era localizzato A Torino e Roma.

Da notare anche che la fascia centrale rossa, corrisponde approssimativamente al territorio delle cooperative.
Ma perché se c’è una democrazia il Paese ha ancora bisogno di dividersi in zone di vicinanza etnico-culturale e sono presenti ancora fenomeni antidemocratici come Lega (vedi P.S. in fondo*), Loggia P2, mafia e influenza del Vaticano?
Il motivo è dovuto alla drammatica imposizione fiscale che sottrae la metà dei guadagni ai lavoratori, e alla disomogenea diffusione del mercato del lavoro che ha costretto all’emigrazione le migliori forze del sud.
Altro fenomeno che contribuisce alla vittoria o sconfitta per la corsa alla regione è lo schieramento della Chiesa: la Bonino ha sicuramente perso nel Lazio per colpa dell’appello di Bagnasco.
Forse bisognava schierare una persona più vicina alla Chiesa, ma allora si sarebbe fatto il gioco di queste forze antidemocratiche.
In Piemonte forse sarebbe stato meglio schierare Chiamparino contro Cota, ma bisognerebbe conoscere quali sono stati i retroscena. Comunque nel Lazio e Piemonte la sinistra ha conquistato tanti di quei seggi che la distribuzione della macchia rossa vicino al capoluogo appare appropriata per descrivere i rapporti di forza in queste regioni.
Ma alla fine a cosa servono le regioni?
Ormai la spesa più importante per le regioni (80%del budget) è costituita dalla sanità.
Come si vede dal grafico le meglio amministrate sono: Umbria, Marche, Toscana, Piemonte,Trentino, Emilia Romagna. L’anomalia più grande di queste elezioni è stata la perdita dell’amministrazione del Piemonte che funzionava bene. La colpa è stata la mancata alleanza con i grillini.
Comunque i ricorsi (in atto) dovrebbero dare ragione alla Mercedes Bresso e l'anomalia del Piemonte dovrebbe essere sanata dal TAR con 15.000 schede da ricontare (sembra che il Tribunale abbia dato ragione a Cota, dando più importanza alla volontà popolare che alle liste false). Va anche considerato lo scandalo delle firme false delle Liste Formigoni in Lombardia!

Cosa più clamorosa è l'esperimento della giunta siciliana di Lombardo: a sostenerlo una maggioranza spericolata: oltre al suo MPA ci sono i finiani, i rutelliani, l'UDC e il PD. Tutto ciò è spiegabile in quanto Lombardo come bravo psichiatra trasformista sembra riuscire a curare la follia collettiva  siciliana!


Rapporto qualità/spesa nelle varie regioni: un valore maggiore corrisponde a qualità maggiore.


Bisogna dire che anche il Lombardo-Veneto è amministrato bene, però per vari motivi il rapporto qualità-prezzo, è inferiore alle regioni amministrate dalla sinistra (fonte Cern).
Quindi tranne varie eccezioni si può trarre la conclusione che la zona del Paese più efficiente, dal punto di vista sanitario, è amministrata dalla sinistra.
Ci sono buone speranze anche per la Puglia e la Basilicata che adesso sono in fondo alla classifica.

Post Scriptum
* La Lega viene definita entità antidemocratica, perchè all'inizio il suo scopo era di fare una secessione (vedere articolo del Messaggero a fondo pagina con intervista a Ciampi). Adesso dopo la cura Berlusconi, ha ripiegato sul federalismo. Da considerare anche il profondo razzismo che prima colpiva i meridionali e adesso dopo la cura Fini colpisce "solo" gli extracomunitari (il deputato leghista Massimo Polledri avrebbe osato dire "handicappata di merda" in aula alla deputata disabile Ileana Argentin: un insulto così grave, che se ci fosse la carta d'identità a punti e l'accusa fosse vera, come pena  per  riprenderla dovrebbe rifare gli esami fin dalla scuola materna!).
-Il Vaticano viene definito antidemocratico perchè non rispetta il principio della laicità dello stato.
La cosa strana è che il Vaticano appoggia questi leaders: Berlusconi, Casini, Fini e Bossi che sono pluridivorziati.

(In questa nota non si critica in alcun modo il Messaggio Sacro Religioso della Chiesa, che rispetto, nè si critica in alcun modo il Vaticano per il suo indubbio impegno umanitario e missionario in tutto il mondo, i suoi sacerdoti ogni giorno rischiano la vita per salvare delle persone nelle missioni (anzi nei siti consigliati ho messo anche la Caritas e la Chiesa Italiana per fare eventuali offerte, e nella dichiarazione opto sempre x l'8 x mille alla Chiesa Cattolica). La critica che viene mossa ha solo una sfaccettatura storico-politica, quando si entra oggettivamente nelle scienze politiche che si occupano del dogma della laicità dello Stato in una moderna democrazia. Cioè "moderna democrazia occidentale = democrazia laica", in cui le funzioni dello Stato sono nettamente separate da quelle religiose, in quanto uno stato moderno per funzionare si serve di scienze oggettive che derivano da teorie economiche, scientifiche e fisiche. Invece la Chiesa si serve di teorie che riguardano fenomeni di origine metafisica. Libera Chiesa in Libero Stato ha questo significato: la Chiesa si occupa della metafisica, lo Stato si occupa dei fenomeni scientifici oggettivi, ognuno deve essere libero di operare nei suoi ambiti, senza interferire con l'altro).

-La Massoneria, solo se si comporta come la loggia deviata P2, è antidemocratica, perchè in uno stato democratico non c'è bisogno di riunirsi in società segrete per influenzare il potere: così si rischia l'oligarchia. Ultimamente per evitare queste critiche l'organizzazione ha deciso di fare dei siti web, e avere più trasparenza: in teoria non è più segreta.
-La mafia è antidemocratica per gli stessi motivi della Loggia P2, con l'aggravante del sabotaggio per parassitismo, traffico di stupefacenti, traffico di rifiuti (ecomafia) e omicidi vari (insomma un cancro del paese).
Alcuni uomini del PDL, che fa da collante a queste organizzazioni, sono stati iscritti alla loggia P2, ma non ci sono prove di rapporti del PDL con la mafia, che la Lega, mediante Maroni, in questi ultimi mesi sta massacrando con centinaia di arresti. 
 

In questa intervista di Giorgio Bocca si conferma tutto quello che dico nel Post Scriptum:
"la lega è un partito antidemocratico populista", "Bossi lo dirige con metodi da dittatore";
"la maggior parte degli italiani è antidemocratica, è stata fascista e lo è ancora".
Lo dice Giorgio Bocca che sa quel che dice!
Scusate, questa analisi è un pò spietata, però ritengo che in questo momento bisogna essere aderenti alla realtà il più possibile!       
 (Se si copia l'articolo si prega di farlo integralmente - Fabio Marinelli - 2010-2011)


Messaggero 25 maggio 2011 - Intervista a Ciampi: la Lega voleva entrare nell'EURO insieme all'Austria come Padania, lasciando fuori il resto dell'Italia.

---------------------

Analisi del voto (2011) di Milano, Napoli e referendum: hanno deciso le soglie!

Candidati Voti % Partiti Seggi
Giuliano Pisapia 365.657
 
55,10
 
Partito Democratico (Pd)
Sinistra ecologia e libertà (Sel)
Lista Civica Milano Civica
Federazione della Sinistra (Prc + Pdci)
Italia dei valori (Idv)
Lista Bonino-Pannella
Verdi Ecologisti
Lista Civica Milly Moratti per Pisapia
 
20
3
2
2
1
1
-
-
 
Letizia Brichetto Arnaboldi "Letizia Moratti" 297.874
 
44,89
 
Il Popolo della libertà (Pdl)
Lega Nord
Lista Civica Milano al Centro
Lista Civica Io Amo Milano Io Amo l'Italia
Lista Civica Progetto Milano Migliore
Pensioni e Lavoro
La Destra 
Unione Italiana
Lista Civica Giovani per l'Expo
Nuovo Psi
I Popolari di Italia Domani
Alleanza di centro (Adc)
 
11
4
1
-
-
-
-
-
-
-
-
-

La differenza dei voti tra Pisapia e la Moratti è di 67.783, cioè significa che se 33.892 persone avessero dato il voto alla Moratti invece che a Pisapia avrebbe rivinto l'ex sindaco.

Le motivazioni principali di questa perdita di voti della Moratti vanno individuate nella soglia di povertà, che ha fatto raddoppiare i poveri a Milano da 60.000 a 120.000 negli ultimi 5 anni. Vedere link.

--------------------------

Per quello che riguarda Napoli se si osserva la mappa sottostante si ha un'idea precisa della grave situazione dell'abusivismo edilizio che ormai ha terminato la sua spinta propulsiva per esaurimento del territorio disponibile. Gli spazi intorno al Vesuvio per arrivare poi fino al quartiere di Pianura (evidenziati in celeste), portano ormai il comune a confinare con gli altri vicini. L'abusivismo ha rappresentato un modo abbastanza economico per avere la casa per migliaia di famiglie (le case sono costate circa 1/3 rispetto al normale) e i vari condoni hanno ormai ridisegnato la geografia di uno dei posti più belli del mondo: il Golfo di Napoli. L'ambiente è stato ormai irrimediabilmente rovinato e inquinato  con il meccanismo cava-discarica e ci vorranno centinaia di anni per rimediare. Appare impensabile procedere con le demolizioni e quindi le case saranno tutte condonate: non si può gettare in mezzo alla strada migliaia di famiglie.

Per tale motivo, paradossalmente, dato che bisognerà risanare l'ambiente, costruire nuove piazze e servizi nelle periferie e fare la raccolta differenziata, c'è bisogno di legalità. Si è superata la soglia dell'illegalità, in modo tale che diventa difficile fare affari anche per la Camorra. Non mi stupirei che tra quelli che hanno dato il voto plebiscitario a De Magistris ci siano anche ex-camorristi: se la soglia dell'illegalità supera il limite di guardia non paga fare il delinquente e si può dare il voto ad un ex-magistrato: a volte gli ex-tremi si toccano!

 

Candidati Voti % Partiti Seggi
Luigi De Magistris 264.730
 
65,37
 
Italia dei valori (Idv)
Lista Civica Napoli è Tua
Federazione della Sinistra (Prc + Pdci)
Partito del Sud
 
15
8
6
-
 
Giovanni "Gianni" Lettieri 140.203
 
34,62
 
Il Popolo della libertà (Pdl)
Forza del Sud - Altri
Libertà e autonomia Noi Sud
Lista Civica Liberi
I Popolari di Italia Domani
Lista Civica - Insieme per Napoli P.Pens-Pas-Upc-Lg.S.Ausonia
Partito Repubblicano Italiano (Pri)
La Destra 
Lista Civica Giovani in Corsa
Alleanza di centro (Adc)
Terzo Polo di Centro - Democrazia Cristiana
 
7
1
1
1
-
-
-
-
-
-
-

 --------------------------

Referendum: soglia di civiltà e diga della democrazia

Bisogna dire che per i 4 referendum del 12 e 13 giugno, [nonostante tutti i tentativi del governo di fermarli:

  • spostarli in data balneare (è costato 300 milioni di euro);
  • ricorso alle massime 2 Corti che ha cambiato il testo del quesito del nucleare;
  • rischio di invalidare parte delle votazioni degli italiani all'estero;]

gli italiani hanno dimostrato in modo compatto che esiste ancora una soglia di civiltà, una diga della democrazia da cui ripartire per ricostruire il Paese.

Non importa da quali partiti provengono questi uomini di buona volontà che hanno votato per i 4 referendum, addirittura quel 5% circa di persone che pur votando "NO", sono andate lo stesso alle urne consentendo il raggiungimento del quorum sono da annoverare tra le persone più democratiche e sportive del mondo!

(Se questo 5% di persone che hanno votato "NO" appartiene alla destra, si tratta di una destra diversa da quella che c'è stata finora in Italia: una moderna destra di stampo europeo (oserei dire quasi anglosassone). Sarebbe bello avere 2 partiti moderati in Italia di centro-destra e centro-sinistra che si basino su principi di lealtà e sportività anche in politica abbandonando tutti i machiavellismi e guicciardinismi che ci caratterizzano!)

Bisogna ripartire da questo referendum, il vento è cambiato e ha spazzato via quell'aria consumata e irrespirabile di una democrazia malata, al capezzale di morte. Il referendum ha rianimato l'Italia e gli ha dato una nuova vita!

 

Fabio Marinelli - 2011

Le tabelle dei risultati sono prese da Repubblica.it, la licenza sottostante è valida solo per il testo e l'immagine della pianta di Napoli (modificata).

 Vai all'Indice-Home

 

Licenza Creative Commons
Blook: The future of Homo Sapiens (Sapiens?) by Fabio Marinelli - Italia - MRNFBA6.. is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at fabiomarinelli.ilcannocchiale.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at f.marinelli@alice.it
Sfoglia        maggio
Capitoli:
Consiglio i siti:
Biografia e ideali:
Laureato a Bologna. Mi affascina occuparmi come hobby della sociologia e filosofia, tenendo ben presenti i problemi della natura, che soffre oltremodo per la presenza asfissiante dell'uomo. Il mio ideale è trovare una forma di convivenza degli uomini che: 1) abolisca le guerre; 2) promuova uno sviluppo sostenibile; 3) trovi un equilibrio permanente con la natura del pianeta Terra; 4) ridistribuisca le risorse tra tutti gli abitanti del pianeta; 5) aumenti le risorse relative su scala mondiale, mediante diminuzione della popolazione con un rientro morbido sotto i 4 miliardi, prima della fine del petrolio. "Imagine there's no countries It isn't hard to do, Nothing to kill or die for And no religion too. Imagine all the people Living life in peace... You may say I'm a dreamer But I'm not the only one. I hope someday you'll join us And the world will be as one. Imagine no possessions, I wonder if you can, No need for greed or hunger A brotherhood of man. Imagine all the people Sharing all the world..." Imagine di John Lennon
Sondaggio:
Per la SOPRAVVIVENZA del BLOG: CLIKKAMI per fare una DONAZIONE a piacere mediante l'uso di PayPal
Proponi su Blog News
Donazione con PayPal
Guest Book
Ricerca Google in Sito
------------------------------------
--- Primi ingressi nel blog ---
------------------------------------
Ingressi TOTALI: 1

Per MIGLIORARE il BLOG: CLIKKAMI per scrivere sul GUESTBOOK
------------------------------------
Support Wikipedia
------------------------------------
Clikkami per ricerca Google dentro il sito
------------------------------------
adv