.
Annunci online

 
Aforismi di 4 uomini molto decisi!
post pubblicato in diario, il 5 aprile 2010


Un medico, un imbianchino-pittore, un maestro-giornalista e un prete mancato che hanno deciso di mettere in secondo piano il loro lavoro, per diventare politici-rivoluzionari.


Che Guevara: 


firma del CHE



Vale la pena di lottare solo per le cose senza le quali non vale la pena di vivere.
Vale milioni di volte di più la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell’uomo più ricco della terra.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Invece si vede che per altri la vita conta molto meno o perlomeno la valutazione è schizofrenica:
Un morto singolo è una tragedia, un milione di morti sono una statistica. (Stalin)

Il silenzio è una discussione portata avanti con altri mezzi. (CHE)
Le parole in determinati momenti possono essere dei fatti. (Mussolini)
La scrittura è l'ingegnere dell'anima. (Stalin: infatti rispetto agli altri parlava di meno.)

Siamo di quelli disposti a dare la vita per quello in cui crediamo. (CHE)
Chi non è pronto a morire per la sua fede non è degno di professarla. (Mussolini)
Infatti entrambi sono morti ammazzati. Hitler invece ha provveduto da solo.
Stalin è stato il più furbo di tutti: sembra morto di malattia quando ormai era vecchio.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Hitler:

Al vincitore nessuno chiederà mai conto di quello che ha fatto. 


firma di Adolf



La stragrande maggioranza di una nazione cadrà più facilmente vittima di una grossa menzogna che di una piccola.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mussolini: 
 


firma di Benito


Regimi democratici possono essere definiti quelli nei quali, di tanto in tanto, si dà al popolo l'illusione di essere sovrano.

La geniale invenzione nasce sempre dall'uomo isolato, ma solo l'opera tenace di pazienti ricercatori con mezzi larghi e adatti può efficacemente svilupparla e utilizzarla.
(sfiducia in partenza nei brevetti, nel senso che è difficile che l'inventore alla fine possa trarre tutti i guadagni che merita dalla sua invenzione. Questa politica che c'è sempre stata in Italia ha portato alla fuga all'estero Meucci, Marconi e Fermi inventori di telefono, radio e reattore nucleare).

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

MA GLI AFORISMI più belli sono quelli sui giovani:

La gioventù deve fare esattamente ciò che pensa. L'importante è che non smettiate di essere giovani. (CHE)

La giovinezza è un male del quale si guarisce giorno per giorno. (Mussolini)

Un peccato di gioventù è quando si è giovani e non lo si commette. (Hitler)

Penso che gli ultimi 3 aforismi sono quelli che descrivono meglio questi discussi personaggi:

il CHE aveva una fiducia totale dei giovani, perchè sapeva benissimo che l'adolescente e il giovane sono rivoluzionari di natura.
Hitler aveva un concetto "carpe diem" della gioventù.
Mussolini la vedeva come una malattia, da qui il sospetto che il fascismo in realtà non sia stato un movimento rivoluzionario.


Calligrafia di Stalin

Fabio Marinelli 2009-2010.

CLIKKA QUI X HOME PAGE - INDICE

Licenza Creative Commons
Blook: The future of Homo Sapiens (Sapiens?) by Fabio Marinelli - Italia - MRNFBA6.. is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at fabiomarinelli.ilcannocchiale.it.
Permissions beyond the scope of this license may be available at f.marinelli@alice.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. stalin mussolini hitler che guevara aforismi.

permalink | inviato da fabio1963 il 5/4/2010 alle 11:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia        maggio
Capitoli:
Consiglio i siti:
Biografia e ideali:
Laureato a Bologna. Mi affascina occuparmi come hobby della sociologia e filosofia, tenendo ben presenti i problemi della natura, che soffre oltremodo per la presenza asfissiante dell'uomo. Il mio ideale è trovare una forma di convivenza degli uomini che: 1) abolisca le guerre; 2) promuova uno sviluppo sostenibile; 3) trovi un equilibrio permanente con la natura del pianeta Terra; 4) ridistribuisca le risorse tra tutti gli abitanti del pianeta; 5) aumenti le risorse relative su scala mondiale, mediante diminuzione della popolazione con un rientro morbido sotto i 4 miliardi, prima della fine del petrolio. "Imagine there's no countries It isn't hard to do, Nothing to kill or die for And no religion too. Imagine all the people Living life in peace... You may say I'm a dreamer But I'm not the only one. I hope someday you'll join us And the world will be as one. Imagine no possessions, I wonder if you can, No need for greed or hunger A brotherhood of man. Imagine all the people Sharing all the world..." Imagine di John Lennon
Sondaggio:
Per la SOPRAVVIVENZA del BLOG: CLIKKAMI per fare una DONAZIONE a piacere mediante l'uso di PayPal
Proponi su Blog News
Donazione con PayPal
Guest Book
Ricerca Google in Sito
------------------------------------
--- Primi ingressi nel blog ---
------------------------------------
Ingressi TOTALI: 1297973

Per MIGLIORARE il BLOG: CLIKKAMI per scrivere sul GUESTBOOK
------------------------------------
Support Wikipedia
------------------------------------
Clikkami per ricerca Google dentro il sito
------------------------------------
adv