.
Annunci online

 
Trichet (BCE), Della Valle, Bagnasco e Marcegaglia: suggerimenti.
post pubblicato in economia, il 1 ottobre 2011


Lettera di Trichet (BCE) a Berlusconi e Tremonti

Frankfurt/Rome, 5 August 2011.
Dear Prime Minister, The Governing Council of the European Central Bank discussed on 4 August the situation in Italy's government bond markets. The Governing Council considers that pressing action by the Italian authorities is essential to restore the confidence of investors. The Euro area Heads of State or Government summit of 21 July 2011 concluded that «all euro countries solemnly reaffirm their inflexible determination to honour fully their own individual sovereign signature and all their commitments to sustainable fiscal conditions and structural reforms». The Governing Council considers that Italy needs to urgently underpin the standing of its sovereign signature and its commitment to fiscal sustainability and structural reforms. The Italian Government has decided to pursue a balanced budget in 2014 and, to this purpose, has recently introduced a fiscal package. These are important steps, but not sufficient.
At the current juncture, we consider the following measures as essential:
1. We see a need for significant measures to enhance potential growth. A few recent decisions taken by the Government move in this direction; other measures are under discussion with social partners. However, more needs to be done and it is crucial to go forward decisively. Key challenges are to increase competition, particularly in services to improve the quality of public services and to design regulatory and fiscal systems better suited to support firms' competitiveness and efficiency of the labour market.
a)     A comprehensive, far-reaching and credible reform strategy, including the full liberalisation of local public services and of professional services is needed. This should apply particularly to the provision of local services through large scale privatizations.
b)    There is also a need to further reform the collective wage bargaining system allowing firm-level agreements to tailor wages and working conditions to firms' specific needs and increasing their relevance with respect to other layers of negotiations. The June 28 agreement between the main trade unions and the industrial businesses associations moves in this direction.
c)     A thorough review of the rules regulating the hiring and dismissal of employees should be adopted in conjunction with the establishment of an unemployment insurance system and a set of active labour market policies capable of easing the reallocation of resources towards the more competitive firms and sectors.
2. The government needs to take immediate and bold measures to ensuring the sustainability of public finances.
a)    Additional-corrective fiscal measures is needed. We consider essential for the Italian authorities to frontload the measures adopted in the July 2011 package by at least one year. The aim should be to achieve a better-than-planned fiscal deficit in 2011, a net borrowing of 1.0% in 2012 and a balanced budget in 2013, mainly via expenditure cuts. It is possible to intervene further in the pension system, making more stringent the eligibility criteria for seniority pensions and rapidly aligning the retirement age of women in the private sector to that established for public employees. thereby achieving savings already in 2012. In addition, the goverment should consider significantly reducing the cost of public employees, by strenghtening turnover rules and, if necessary, by reducing wages.
b)   An automatic deficit reducing clause should be introduced stating that any slippages from deficit targets will be automatically compensated through horizontal cuts on discretionary expenditures.
c)    Borrowing, including commercial debt and expenditures of regional and local governments should be placed under tight control, in line with the principles of the ongoing reform of intergovernmental fiscal relations.
In view of the severity of the current financial market situation, we regard as crucial that all actions listed in section 1 and 2 above be taken as soon as possible with decree-laws, followed by Parliamentary ratification by end September 2011. A constitutional reform tightening fiscal rules would also be appropriate.
3. We also encourage the government to immediately take measures to ensure a major overhaul of the public administration in order to improve administrative efficiency and business friendliness. In public entities the use of performance indicators should be systematic (especially in the health, education and judiciary systems). There is a need for a strong commitment to abolish or consolidate some intermediary administrative layers (such as the provinces). Actions aimed at exploiting economies of scale in local public services should be strengthened. We trust that the Government will take all the appropriate actions.
Mario Draghi, Jean-Claude Trichet
 
Messaggio a pagamento di Diego Della Valle apparso nei 4 maggiori quotidiani:  "Politici ora basta"
Lo spettacolo indecente che molti di voi stanno dando non e' più tollerabile da gran parte degli italiani e questo riguarda la buona parte degli appartenenti a tutti gli schieramenti politici. Il vostro agire attento solo ai piccoli o grandi interessi personali o di partito, trascurando gli interessi del Paese ci sta portando al disastro e sta danneggiando irrimediabilmente la reputazione dell'Italia nel mondo. Rendetevi conto che tanti italiani non hanno più nessuna stima e nessuna fiducia in molti di Voi e non hanno più nessuna intenzione di farsi rappresentare da una classe politica che, salvo alcune eccezioni, si è totalmente allontanata dalla realtà delle cose e dai bisogni reali dei cittadini. La grave crisi che ha colpito le economie mondiali, Italia compresa, impone serietà, competenza, buona reputazione, senso dello Stato ed amore per il proprio Paese, per uscire da questo momento molto preoccupante.
Invece purtroppo, bisogna prendere atto che solo una piccola parte dell’attuale classe politica possiede queste caratteristiche, mentre il resto è composto da persone incompetenti e non preparate che non hanno nessuna percezione dei problemi del Paese, della gravità del momento e tantomeno una visione mondiale degli scenari futuri che ci aspettano.
Anche una parte del mondo economico del Paese (intendo quella che non vive di mercato e di concorrenza) ha le sue gravi responsabilità della condizione in cui ci troviamo ora: per troppo tempo ha infatti avuto rapporti con tutta la politica (in base alle opportunità e alle loro convenienze del momento) sostenendola in tanti modi, senza mai richiamarli al senso del dovere e nell’interesse dell’Italia.
Ora la gravità della situazione impone che le componenti della società civile più serie e responsabili, che hanno veramente a cuore le sorti del Paese (politici-mondo delle  imprese-mondo del lavoro) si parlino tra di loro e si adoperino e lavorino per affrontare con la competenza e la serietà necessaria questo difficile momento.
Bisogna dare prospettive positive per il futuro dei giovani, creare e proteggere posti di lavoro e garantire a tutti una vita dignitosa, soprattutto a chi ha più bisogno.
Alla parte migliore della politica e della società civile che si impegnerà a lavorare seriamente in questa direzione, credo che saremo in molti a dire grazie.
A quei politici , di qualunque colore essi siano, che si sono invece contraddistinti per la totale mancanza di competenza, di dignità e di amor proprio per le sorti del Paese, saremo sicuramente in molti a volergli dire di vergognarsi.
30 settembre 2011                                           Diego Della Valle
 
Lettera del Presidente della CEI, Cardinale Bagnasco del 26 settembre 2011:
 
Proposta della Marcegaglia di fine settembre 2011
Ecco le «cose da fare immediatamente» secondo gli imprenditori
Proposte «immediatamente operative» quelle del «progetto imprese per l'Italia» che Confindustria, Abi, Ania, Rete Imprese Italia e Alleanza per le Cooperative presenteranno al governo. «Non sono idee, sono misure dettagliate, pronte ad essere varate, manca solo la firma per farne un decreto... un pò come la lettera della Bce», viene fatto notare negli ambienti del mondo imprenditoriale. Cinque le «priorita» per rilanciare la crescita, tradotte in cinque capitoli di misure dettagliate, pronte per essere adottate. Questi in sintesi i temi delle «cose da fare subito».
1.    FISCO: PATRIMONIALE DA 6 MLD PER TAGLIARE IRPEF E IRAP – Una imposta dell'1,5 per mille sui patrimoni oltre 1,5 milioni di euro permetterebbe di finanziare «un taglio delle tasse su lavoratori e imprese», con 2 miliardi di taglio Irpef e altrettanti di taglio Irap. Oltre a incentivi allo sviluppo come il credito d'imposta per ricerca e innovazione e «l'aiuto alla crescita». Lotta all'evasione con il tetto a 500 euro per i pagamenti in contante.
2.    PENSIONI, ALZARE ETÀ, STOP ASSEGNI ANZIANITÀ – Elevare l'eta pensionabile come nel pubblico impiego: a 65 anni dal 2012; ma anche anticipare al 2012 l'aggancio automatico all'aumento della speranza di vita, e portare a 62-68 anni la forcella di pensionamento flessibile prevista nel contributivo. Riforma delle pensioni di anzianità, abolendo l'attuale sistema, con un sistema transitorio e stop all'erogazione di pensioni sotto i 62 anni. Abrogare tutti i regimi speciali da gennaio 2012.
3.    GARE PER CESSIONI PATRIMONIO, INCENTIVI SU PATTO STABILITÀ –Cedere il patrimonio immobiliare di enti statali e locali. Dismettere partecipazioni societarie nei servizi pubblici locali con l'incentivo, per gli enti locali, di poterne utilizzare i proventi oltre i limiti del patto di stabilità interno. Tutto con procedura di evidenza pubblica. «Non parliamo di privatizzare Eni, Enel e Finmeccanica ma il patrimonio immobiliare», chiarisce Emma Marcegaglia.
4.    LIBERALIZZAZIONI E SEMPLIFICAZIONI, RIFORMA ORDINI – Dalle imprese proposte per liberalizzare trasporti (anche con una Authority per il settore ed un rafforzamento dell'Antitrust) )e servizi pubblici locali, le attività economiche (anche riformando l'art.41 della Costituzione) i servizi professionali (stop a tariffe fisse o minime. Riforma degli ordini. Ridurre le riserve legali). Poi, «assicurare regole omogenee per le attività d'impresa in tutto il territorio nazionale» riformando l'articolo 117 della Costituzione.
5.    INFRASTRUTTURE E EFFICIENZA ENERGETICA – Per le infrastrutture servono investimenti pubblici e una spending review per contenere la spesa. Eliminare le incertezze normative che creano contenzioso.

 

 

 

Licenza Creative Commons

Permissions beyond the scope of this license may be available at f.marinelli@alice.it

 

 
 
 
Sfoglia settembre        novembre
Capitoli:
Consiglio i siti:
Biografia e ideali:
Laureato a Bologna. Mi affascina occuparmi come hobby della sociologia e filosofia, tenendo ben presenti i problemi della natura, che soffre oltremodo per la presenza asfissiante dell'uomo. Il mio ideale è trovare una forma di convivenza degli uomini che: 1) abolisca le guerre; 2) promuova uno sviluppo sostenibile; 3) trovi un equilibrio permanente con la natura del pianeta Terra; 4) ridistribuisca le risorse tra tutti gli abitanti del pianeta; 5) aumenti le risorse relative su scala mondiale, mediante diminuzione della popolazione con un rientro morbido sotto i 4 miliardi, prima della fine del petrolio. "Imagine there's no countries It isn't hard to do, Nothing to kill or die for And no religion too. Imagine all the people Living life in peace... You may say I'm a dreamer But I'm not the only one. I hope someday you'll join us And the world will be as one. Imagine no possessions, I wonder if you can, No need for greed or hunger A brotherhood of man. Imagine all the people Sharing all the world..." Imagine di John Lennon
Sondaggio:
Per la SOPRAVVIVENZA del BLOG: CLIKKAMI per fare una DONAZIONE a piacere mediante l'uso di PayPal
Proponi su Blog News
Donazione con PayPal
Guest Book
Ricerca Google in Sito
------------------------------------
--- Primi ingressi nel blog ---
------------------------------------
Ingressi TOTALI: 1

Per MIGLIORARE il BLOG: CLIKKAMI per scrivere sul GUESTBOOK
------------------------------------
Support Wikipedia
------------------------------------
Clikkami per ricerca Google dentro il sito
------------------------------------
adv